Progetti

European Solidarity Corps: Occupational Strand

Un progetto per favorire la mobilità, l'apprendimento e l'occupazione dei giovani europei
Partner: 
Camera di Commercio e Industria della Bulgaria (BG)
Città Metropolitana di Roma Capitale (IT)
DIAN (HR)
Time4society (BE)
Volum (RO)
Periodo: 
dal 2017 al 2019

European Solidarity Corps: Occupational Strand favorisce la mobilità dei giovani lavoratori tra 18 e 30 anni all’interno dei 28 Paesi dell’Unione Europea, tramite l’inserimento lavorativo degli stessi in società o organizzazioni: Ong, associazioni ed organismi del terzo settore, amministrazioni locali, imprese pubbliche e private.

Il progetto offre a 2000 giovani in cerca di impiego la possibilità di vivere un’esperienza lavorativa o di tirocinio lavorativo di durata compresa tra 2 ai 12 mesi, in un Paese membro dell’Unione Europea diverso da quello di provenienza e mette a disposizione dei giovani (tra 18 e 30 anni) e dei datori di lavoro del settore della solidarietà servizi integrati e personalizzati. Si tratta in particolare di servizi forniti da operatori qualificati, come quelli della rete Eures, che mirano a supportare il giovane e il datore di lavoro sia nella fase di selezione sia in quelle di placement e post-placement. European Solidarity Corps: Occupational Strand  prevede inoltre sei misure che, insieme ai servizi integrati e personalizzati offerti, facilitano e sostengono l’esperienza di lavoro e solidarietà in Europa. Tra le misure di progetto, c’è anche il supporto finanziario per i datori di lavoro che offrano un programma di integrazione al giovane lavoratore collocato presso la propria organizzazione.

 Il progetto European Solidarity Corps:Occupational Strand è coordinato dall’ANPAL- Ufficio di Coordinamento Nazionale EURES in partnership con Fondazione Giacomo Brodolini, SEPE Spagna, Città Metropolitana di Roma Capitale, DIAN Grecia, VOLUM Romania, Time4society Belgio, Camera di Commercio e Industria Bulgaria e 23 organismi associati in Italia e Slovenia.