Pubblicazioni

I socialisti e il sindacato 1943-1984

Un nuovo volume della collana i Quaderni della Fondazione serie Le culture del Socialismo italiano a cura di E. Bartocci e C. Tomeo
18/10/2017
Collana: 

E’ uscito, per i tipi della Casa Editrice Viella il 6° volume di Quaderni della Fondazione Giacomo Brodolini – Le culture del Socialismo italiano (Collana diretta da Enzo Bartocci), I socialisti e il Sindacato: 1943-1984, a cura di Enzo Bartocci e Claudio Torneo, pp.450.

Il volume affronta, tra storia e memoria, un tema poco trattato, finora, dalla letteratura politico-sindacale: i rapporti tra i socialisti e il sindacato nell’arco di tempo che corre tra  la ricostituzione della Cgil unitaria all’anno in cui naufragò definitivamente la Federazione Cgil-Cisl-Uil. Il volume, attraverso i saggi in esso accolti, distingue tra “culture di famiglia” e “culture contigie”. Le prime sono interpretate rispettivamente a) dal revisionismo dell’ala autonomista del Psi; b) dalla sinistra morandiana che si caratterizzava per la sua politica “unitaria”; c) dalla filosofia operaista che ha in Raniero Panzieri l’interprete più originale; d) dalla corrente socialdemocratica della Uil, confluita nel Psi nel 1966, che ebbe in Giorgio Benvenuto colui che seppe darle identità sindacale e dignità culturale. “Culture contigue” vengono considerate la Fim-Cisl di Pierre Carniti e le Acli di Livio Labor con i quali i socialisti hanno avuto intenso scambio culturale e forte sintonia.

A questi problemi sono dedicati gli scritti di Claudio Torneo: I socialisti e il sindacato: un progetto di ricerca; Enzo Bartocci, Il Psi e la Cgil: 1943-1966; Fabrizio Loreto, La sinistra socialista operaista e la questione sociale; Maria Paola Del Rossi, La Cgil, incompatibilisti controvoglia; Tiziano Treu, Il tradeunionismo militante della Fim-Cisl; Giorgio Benvenuto-Antonio Maglie, Il fantasma dell’unità sindacale; Enzo Russo, Il sindacato e la politica economica negli anni sessanta e settanta; Emilio Gabagalio, Cgil e Fsm. Un lungo addio.