Progetti

Simulazione del rapporto tra costi e benefici dell'apprendistato

Un'analisi degli investimenti che comporta e i vantaggi che potrebbe arrecare alle imprese l'utilizzo dei contratti di apprendistato
Periodo: 
dal 2017 al 2018

L’apprendistato è una forma di formazione professionale che, nonostante diverse e profonde rivisitazioni, stenta a prendere piede nel nostro Paese. La sua principale caratteristica è la combinazione di istruzione informale e apprendimento pratico nei luoghi di lavoro. Questa combinazione di formazione in aula e in azienda viene spesso proposta come antidoto contro la disoccupazione giovanile: ricevere una formazione da un’impresa consente agli apprendisti di raccogliere un'esperienza di lavoro che a sua volta rende più efficiente la loro transizione sul mercato del lavoro.  La persistenza di elevati tassi di disoccupazione giovanile ha indotto i policy maker e le imprese a porre maggiore attenzione su questa tipologia di contratto. Per introdurre un modello formativo di apprendistato che sia veramente di sostegno ai giovani nell'acquisizione di conoscenza e competenza, serve l'impegno delle imprese che devono investire nella formazione degli apprendisti.  Come qualsiasi altro investimento, l'apprendistato implica dei costi, ma anche dei vantaggi. La ricerca eseguita da FGB per la Fondazione Bertelsmann ha proprio lo scopo di identificare e quantificare i costi e i benefici dell'apprendistato.