Come stanno le donne di discendenza straniera in Europa

È stato pubblicato a marzo sul sito del Parlamento europeo il Report sulla condizione socio-economica delle donne di discendenza africana, mediorientale, latinoamericana e asiatica nella Ue.

Scritto da Marta Capesciotti e Silvia Sansonetti, entrambe nel team di ricerca della Fondazione Brodolini, il rapporto fornisce una panoramica dei dati e degli studi esistenti sulle condizioni di vita e di inclusione sociale delle donne di discendenza africana, mediorientale, latinoamericana e asiatica che vivono nell’Unione europea.

Il rapporto – commissionato dallo European Parliament’s Policy Department for Citizens’ Rights and Constitutional Affairs su richiesta del FEMM Committee – si focalizza su alcune tematiche specifiche considerate dalle ricercatrici come indicatori e punti di osservazione privilegiata sulle condizioni di vita delle donne: istruzione, condizioni abitative, modelli familiari e relazionali, inserimento lavorativo, condizioni di salute.

A emergere con chiarezza è l’assenza di dati ufficiali, affidabili e comparabili a livello europeo sulla popolazione oggetto di analisi.

Il rapporto rivolge, infine, utili raccomandazioni alle istituzioni europee e nazionali per l’adozione di politiche mirate a superare gli ostacoli che ancora impediscono una piena inclusione delle donne di discendenza africana, mediorientale, latinoamericana e asiatica che vivono nell’Unione europea nella società europea.

Leggi tutto il rapporto