A Safe & Normal Day. Scelte formative consapevoli e inclusive

Periodo
-
Capofila del progetto
Centro Studi e Documentazione Pensiero Femminile APS

Partner: Fondazione Giacomo Brodolini ETS

Il progetto A Safe & Normal Day - Work Edition nasce in risposta al bando "Educare" del Dipartimento per le politiche della famiglia della Presidenza del Consiglio dei Ministri, con l'intento di affrontare le sfide dell'orientamento educativo in due scuole secondarie situate nella Circoscrizione 7 del Comune di Torino: l'Istituto comprensivo Marconi Antonelli e l'Istituto di istruzione superiore Gobetti Marchesini Casale Arduino (GMCA).

L'obiettivo è innanzitutto quello di fornire ai ragazzi e le ragazze e alle loro famiglie gli strumenti per fare scelte formative consapevoli, superando gli stereotipi di genere e di identità e favorendo l'accesso a opportunità di crescita e sviluppo, valutandone l'impatto sociale; in secondo luogo, il progetto ha come scopo il coinvolgimento dei e delle giovani a rischio di dispersione scolastica, offrendo loro un ruolo attivo nella costruzione di una comunità educante e partecipativa.

Attraverso laboratori esperienziali e momenti di dialogo aperto, il progetto punta a decostruire i pregiudizi che tradizionalmente limitano le potenzialità dei giovani, coinvolgendo attivamente le famiglie nel percorso educativo dei loro figli e delle loro figlie.

Per stimolare la creatività e migliorare le capacità sociali e comunicative dei giovani verrà utilizzato un approccio multidisciplinare, che si avvale di strumenti alternativi all'educazione formale. Fra questi, la produzione di un docu-film che verrà candidato al Sottodiciotto Film Festival, in programma a dicembre 2024.

In qualità di partner, la Fondazione Brodolini si occuperà delle attività di comunicazione e della disseminazione mirata, attraverso eventi territoriali in spazi di partecipazione civica e nei centri di innovazione che gestisce, dislocati in quattro diverse regioni italiane: Open Incet, l'Open Innovation Center del Comune di Torino; il Milano Luiss Hub for makers and students; le Pépinières d'Entreprises, gli incubatori e acceleratori di imprese di Aosta e Pont-Saint-Martin, in Valle d'Aosta, e uno fra gli OpenHub di Rieti, Latina, Cassino e Viterbo, nella Regione Lazio. FGB svolgerà, infine, la valutazione dell'impatto sociale del progetto.