Progetti

Sandbox. Raccontare i margini e le periferie

Partner: 
Ashoka Italia
Università di Modena e Reggio Emilia - Dipartimento di comunicazione ed economia
Capofila del progetto: 
Periodo: 
2021

Sandbox è una sperimentazione che promuove la ricerca sociale e il racconto dell’innovazione e il cambiamento delle comunità in luoghi marginali, periferie, aree interne e territori trascurati dalle narrazioni mainstream, attraverso l’erogazione di quattro borse di studio e l’accompagnamento in percorsi di ricerca partecipativa.

Sandbox si pone l’obiettivo di re-immaginare la ricerca come un percorso capace di esplorare identità e vocazioni delle comunità come corpi complessi detentori di un’intelligenza collettiva; traducendo le osservazioni in dati e informazioni immediatamente spendibili nei processi di decision-making ma anche in racconti che sappiano ispirare e guidare.

Selezione dei profili

La prima edizione di Sandbox premierà quattro ricercatrici/ricercatori e storyteller under 40 con interesse ed esperienza di almeno due anni nella ricerca (accademica e non accademica) e/o nella progettazione e comunicazione all’interno di organizzazioni quali università, think-and-do tank, enti del terzo settore (associazioni, cooperative, fondazioni, ecc.), altre organizzazioni affini, profit e non-profit.

Contesti di ricerca

I partecipanti alla call potranno proporre i loro progetti per uno dei tre contesti di ricerca selezionati:

GradoZero: una giovane associazione sportiva affiliata a UISP per lo sviluppo dell'arrampicata, dell'escursionismo e della speleologia in Calabria, nel Parco Nazionale del Pollino, l'area protetta più grande d'Italia. L'obiettivo del team è quello di rimettere in circolo energie positive in grado di produrre generatività e permettere a chiunque di vivere il territorio calabro-lucano.

BLAM: un collettivo di architette under35 impegnate in processi di ricerca-azione dedicati a rigenerazione urbana partecipata e innovazione sociale, connessi al riuso adattivo del patrimonio culturale. Blam ha l‘obiettivo di rafforzare ed estendere le strategie di rigenerazione urbana messe in campo a Salerno sperimentando nuove forme di riuso del patrimonio culturale. 

Officina San Domenico: il laboratorio urbano casa del progetto S.U.D. Sustainable Utopias Development e punta a istituire un laboratorio permanente di rigenerazione e sviluppo locale attraverso cui generare servizi di prossimità in co-progettazione con il territorio, favorendo la ricerca verso nuove pratiche di auto-sostenibilità comunitaria e stimolando forme innovative di immaginazione civica a propulsione giovanile e di respiro europeo.

Durata

I percorsi di ricerca verranno attivati da giugno a settembre 2021. Si prevede di presentare i risultati della sperimentazione a ottobre 2021. Le domande vanno presentate entro il 21 maggio 2021.

Leggi il regolamento 

Leggi le schede dei contesti

Partecipa