Formazione su misura per imprese e organizzazioni

Negli ultimi tre anni la Fondazione Brodolini ha consolidato la sua capacità di offrire contenuti formativi a diverse tipologie di organizzazioni (imprese, amministrazioni pubbliche ed enti del terzo settore), sui temi della diversity, delle pari opportunità di genere e dell’inclusione.

Partendo dai contenuti e dalle competenze consolidati nel corso delle nostre ricerche e delle precedenti esperienze formative offriamo ai nostri clienti interventi su misura scegliendo insieme temi, modalità di erogazione (in presenza, a distanza, in forma ibrida, mediante la realizzazione di pillole formative), durata dei percorsi e lingua di riferimento (italiano, inglese e francese).

Le nostre proposte comprendono la realizzazione di seminari rivolti al management sul cosiddetto 'business case' - ovvero quali siano i vantaggi per tutte e tutti nella promozione di ambienti di lavoro più inclusivi - e la costruzione di percorsi formativi on demand su tematiche come le politiche per la promozione delle pari opportunità in Europa e in Italia, le politiche e gli strumenti di lotta alle discriminazioni, gli stereotipi e gli unconscious bias (di genere e non solo), la comunicazione e il linguaggio inclusivo, come gestire le diverse generazioni in azienda, i pregiudizi e le microagressioni.

Inoltre, offriamo supporto alle imprese per il conseguimento della certificazione di genere e alle organizzazioni scientifiche per l’implementazione dei Gender Equality Plans; e proponiamo workshop per ricercatori e ricercatrici di varie discipline scientifiche su come adottare una prospettiva di genere nella ricerca.

Il nostro approccio prevede sempre di partire dalla lettura dei dati, quelli che consentono di interpretare il mercato del lavoro e le politiche ma anche il contesto organizzativo, per formulare ipotesi condivise di cambiamento, nei comportamenti e nelle organizzazioni.

Lavoriamo per costruire un impatto a lungo termine dei nostri interventi, sia in aula che online, e favoriamo la partecipazione attiva di chi segue la formazione, utilizzando strumenti che permettono la partecipazione di tutte e tutti.

Abbiamo realizzato su misura per diversi clienti pillole formative video su stereotipi di genere e unconscious bias.

Le pillole formative

Per consentire alle organizzazioni di dimensioni più ampie di costruire strumenti formativi accessibili in tempi diversi dall’intera popolazione aziendale sviluppiamo pillole formative ad hoc su unconscious bias, stereotipi di genere, contrasto alle molestie sul luogo di lavoro (e su richiesta altri temi legati a diversità, parità e inclusione).

La preparazione delle pillole parte da un’analisi del bisogno specifico del cliente e prevede la costruzione su misura di video brevi che integrano ai contenuti specifici propri di Fondazione Brodolini la presentazione dei documenti e dei valori dell’organizzazione (politiche di genere interne, codici etici, policy su diversity e inclusion). FGB cura la selezione dei contenuti, la selezione delle immagini e la realizzazione del video, inclusa la voce narrante. L’output finale integra la visione, la cultura e il linguaggio del cliente.

Le pillole possono essere pensate come una modalità formativa introduttiva a temi generali, a cui far seguire formazioni mirate di approfondimento per alcuni gruppi all’interno dell’organizzazione.

Nella modalità delle pillole formative Fondazione Brodolini ha realizzato anche interventi sui contenuti obbligatori previsti dalla prassi 125per la certificazione di genere.

Introdurre il genere nella ricerca

Tra i temi affrontati nei workshop tenuti negli anni da Fondazione Brodolini c'è sicuramente quello di come migliorare l’impatto dei progetti di ricerca e sviluppo introducendo la dimensione di genere, perché la richiesta da parte di Horizon Europe di introdurre la prospettiva di genere nei progetti ha originato un’esigenza specifica di formazione su come applicare in concreto tale prospettiva da parte di numerosi gruppi di ricerca in Italia e in Europa.

A partire dall'esperienza e dagli strumenti elaborati nell’ambito di diversi progetti Horizon, Fondazione Brodolini ha messo a punto workshop in cui aiuta gruppi di ricerca afferenti a diverse discipline a sviluppare le giuste domande da porsi e i percorsi da seguire per definire progetti gender-responsive, ovvero capaci di integrare la prospettiva di genere e di proporre cambiamento inclusivo.

I workshop, della durata di almeno 8 ore, sono erogati in presenza e prevedono la costruzione partecipata di checklist per l’implementazione.

Tra i clienti che hanno avuto accesso alla nostra offerta formativa: ACEA, Riello, Fidia, Feinar, IQT,  Terna, European University Institute, Consorizo Elis, Regione Umbria, Provincia di Varese, CEC Manager, Institute Pasteur,  CMCC, regione Emilia Romagna, Università di Venezia Ca’ Fosari, The Left European Parliament.

Per informazioni e preventivi: demicheli@fondazionebrodolini.eu